ZAPPING/ Dunque, Vasco Rossi editore?

Noi amiamo moltissimo e da sempre Vasco Rossi. Chi lo avrebbe detto che sarebbe approdato all’editoria? E lo fa dopo aver veleggiato a lungo tra le onde della musica, a partire da quei mitici anni ‘80, cioè i tempi dei paninari, pantaloni un sacco corti alla caviglia e cotonature free.
Vasco Rossi ne ha fatta di strada. Adesso, con la sua rivista letteraria “Satisfaction”, vuol darci consigli di lettura. Il non più di tanto colpo gobbo ( perché la rivista è distribuita gratuitamente in 60 mila copie nelle maggiori librerie ) parte dalla sua più recente passione per autori come Michael Crichton, Stephen King e Brett Easton Ellis. Il progetto vede anche la partecipazione di un suo fan storico, Giampaolo Serino.
A proposito dei giovani d’oggi, ha detto a Mariella Venegoni in un’intervista (link): “Fra i 14 ed i 17 anni siamo degli sconosciuti anche a noi stessi e uno su mille non ce la farà. L’umanità non si estinguerà per la droga ma per altro. In branco si combinano un sacco di casini ma erano più pericolosi quelli del 1935 che radevano al suolo l’Europa. (…) Ci sono a ltre dipendenze molto più pericolose: dal potere, dalle poltrone, dal datore di lavoro che se se ne va ti lascia in crisi di astinenza.(…) Bisogna imparare a stare da soli, così si può imparare a stare con gli altri (…).
E’ vero che ad oggi i mali della società sono aumentati ma alcol e droga conducono lo stesso all’estinzione dell’identità di una persona. Se non peggio.

  • i sapori