VIDEO – Omaggio a Rino Gaetano a 30 anni dalla sua morte

Il 2 giugno del 1981 moriva a Roma, in un tragico incidente stradale a bordo della sua Volvo 343 grigio metallizzato, in una circostanza incredibilmente simile a quella narrata in uno dei suoi primi testi, ‘La ballata di Renzo’.

Un geniale e libero menestrello che cantava tutto ciò che sentiva, con il talento speciale di saper rappresentare con ironia e lucidità il disagio e la voglia di rivoluzione di intere generazioni. Le sue provocazioni vivono ancora oggi, da ‘Nuntereggae più’ a ‘Ma il cielo è sempre più blu’.

Rino Gaetano nacque nel 1950 a Crotone ma si trasferì a Roma a soli dieci anni per il lavoro del padre, e lì trascorse il resto della sua vita. Da sempre con la musica nel sangue, dopo le prime esibizioni al celebre locale trasteverino Folkstudio, fa il debutto discografico nel 1973 con lo pseudonimo di Kammamuri’s, pubblicando per la It il 45 giri ‘I Love You Marianna’, prodotto, tra gli altri, da Antonello Venditti.