Turismo nell’Unione del Mare: “Bilancio positivo ma occorrono più servizi’

Rilanciata la proposta di istituire l’area protetta marina dalla Scala dei Turchi alla Foce del Platani

E’ stata rilanciata durante il convegno “Territorio + Sviluppo = Futuro”, che si è svolto sabato scorso nella Torre dell’Orologio di Siculiana, la proposta di istituire un’area marina protetta nel tratto di costa compreso tra la foce del fiume Platani e la Scala dei Turchi passando per Bovo Marina e Torre Salsa. “Si tratta di un progetto, ideato dalle associazioni Green Life e Marevivo, che interessa il litorale costiero e in particolare i comuni di Realmonte, Siculiana, Montallegro e Cattolica Eraclea anche a fini turistici”, ha spiegato il presidente di Marevivo Agrigento Fabio Galluzzo. La proposta ha trovato ufficiosamente il sostegno degli amministratori locali che riconoscono l’area marina protetta come strumento d’attrazione turistica nel rispetto dell’ambiente. Intanto, sono confortanti i dati Istat sul turismo che nel 2011 in questa zona registra un aumento di presenze nelle strutture alberghiere ed extralberghiere almeno a Realmonte (presenze +259%) e a Siculiana (+18,41%). Mentre continua il crollo a Montallegro (- 22,47%) e a Cattolica Eraclea con un – 20,05% di presenze. Dati che sono stati commentati dal presidente di Federalberghi Agrigento Francesco Picarella che ha sottolineato la necessità di fornire ai turisti più servizi vista anche la carenza di strutture ricettive. “Continueremo a investire su cultura e turismo per rilanciare l’economia nel nostro territorio”, ha assicurato il sindaco di Siculiana e presidente dell’Unione dei Comuni Mariella Bruno annunciando tra l’altro la realizzazione di un museo dell’abito antico nella sua città. Il sindaco di Cattolica Eraclea, Cosimo Piro, ha lamentato la scarsità di fondi che non ha permesso quest’anno una programmazione turistica adeguata. Mentre il primo cittadino di Montallegro, Giuseppe Manzone, ha ricordato l’importanza della Greenway che grazie a un primo finanziamento di oltre 3 milioni di euro sta per essere realizzata da Cattolica Eraclea a Porto Empedocle. Di particolare interesse per i giovani presenti al convegno le opportunità offerte dal programma “Gioventù in azione” illustrate dal professor Domenico Balsamo in rappresentanza dell’Unione degli Assessorati e dell’Eurodesk di Bivona, si tratta di un programma dell’Unione europea grazie al quale è possibile richiedere finanziamenti per progetti di scambi culturali tra giovani europei. Il sovrintendente ai Beni culturali e ambientali di Agrigento Pietro Meli ha parlato dell’importanza della tutela dei beni paesaggistici e archeologici come Villa Romana e la zona archeologica di Eraclea Minoa per attrarre il turismo. Tra gli ospiti il sindaco di Cianciana, Salvatore Sanzeri, che ha portato la testimonianze della sua città dove in meno di due anni sono state vendute circa duecento case a turisti stranieri. Il convegno “Territorio + Sviluppo = Futuro” è stato organizzato dall’associazione culturale “Terre del Mare”, presieduta da Giuseppe Di Benedetto, nell’ambito del progetto di promozione turistica denominato “Unione del Mare” che coinvolge i Comuni di Cattolica Eraclea, Montallegro, Siculiana e Realmonte. A margine dell’incontro è stata offerta una degustazione di prodotti tipici “Antichi Sapori”, di formaggi del Caseificio Mulone e di vini d’eccellenza come quelli del Baglio Caruana di Torre Salsa e Cantina Iacono di Montallegro, i dolci erano della pasticceria Gran Caffè di Cattolica Eraclea. Addobbo floreale a cura dell’Angolo dei Fiori di Siculiana. Durante l’iniziativa spettacolo del gruppo di canti popolari Alikus.


GUARDA LA PHOTOGALLERY COMPLETA

  • i sapori
  • gambino ass