Turismo e sviluppo, convegno dell’Unione del Mare a Siculiana

All’incontro “Territorio + Sviluppo = Futuro” anche degustazione di prodotti tipici e vini d’eccellenza

Torre Salsa

“Territorio + Sviluppo = Futuro”. E’ questo il titolo del convegno che si terrà a Siculiana sabato 17 settembre, alle ore 17, presso la Torre dell’Orologio in piazza Umberto I. L’incontro è organizzato dall’associazione culturale “Terre del Mare”, presieduta da Giuseppe Di Benedetto, nell’ambito del progetto di promozione turistica denominato “Unione del Mare” che coinvolge i Comuni di Cattolica Eraclea, Montallegro, Siculiana e Realmonte. Interverranno i quattro sindaci dell’Unione dei Comuni Eraclea Minoa, Bovo Marina, Torre Salsa e Scala dei Turchi, rispettivamente Cosimo Piro, Giuseppe Manzone, Mariella Bruno e Piero Puccio, il sovrintendente ai Beni culturali e ambientali di Agrigento Pietro Meli, il presidente di Federalberghi agrigentina, Francesco Picarella, il direttore della riserva naturale Wwf di Torre Salsa, Alessandro Salemi, il presidente di Marevivo Agrigento Fabio Galluzzo, i rappresentanti delle Pro Loco locali e alcuni operatori del settore turistico-ricettivo ed enogastronomico. A margine del convegno è prevista una degustazione di prodotti tipici e di vini d’eccellenza. “Abbiamo scelto questo titolo ’Territorio + Sviluppo = Futuro’ – spiega il presidente dell’associazione culturale ‘Terre del Mare’, Giuseppe Di Benedetto – perché siamo convinti che non c’è futuro possibile per noi in questa terra se non mettendo insieme le necessità dello sviluppo economico con le caratteristiche e le peculiarità del territorio. Perché siamo convinti che sviluppo non significa sfruttamento delle risorse di tutti a esclusivo vantaggio di pochi, significa bensì crescita sociale, culturale ed economica di una comunità attraverso la conservazione, la valorizzazione e la promozione delle sue risorse. Quello dell’Unione del Mare è un territorio a forte vocazione turistica per le caratteristiche che questa fascia costiera presenta: dalla foce del Platani fino alla Scala dei turchi, è costellata di splendide località balneari, di riserve naturali, di siti archeologici di indubbia importanza culturale, di panorami mozzafiato.

Giuseppe Di Benedetto e il sindaco di Siculiana Mariella Bruno

La foce del fiume Platani, riserva naturale ma anche unica spiaggia di interesse archeologico per la presenza dell’importante sito di Eraclea Minoa, colonia greca del V secolo a. C. di cui rimangono le rovine e i resti del suggestivo teatro, unico in tutta la provincia. Poi seguono 6 km di spiaggia incontaminata e di pineta passando per Eraclea e Bovo marina, fino a raggiungere la riserva orientata di Torre salsa, 700 ettari di natura incontaminata e spiagge, percorsi sportivi e naturalistici di trekking e Nordic Walking Park. Ancora spiagge e località balneari come Siculiana Marina, Giallonardo, la Spiaggetta, le Pergole, Punta Bianca, Lido Rossello e torri normanne fino alla Scala dei Turchi, splendida falesia di marna bianca che non a caso aspira al riconoscimento come patrimonio mondiale dell’Unesco. Allora – conclude Di Benedetto – per parlare di nuove forme e opportunità di sviluppo, di turismo, di ambiente e di cultura vi invitiamo al convegno

 

  • i sapori
  • gambino ass