Teatri di Pietra. Stasera a Eraclea Minoa va in scena Cassandra

CASSANDRA
O del tempo divorato
Maria Romanoscene e costumi Guido Buganza ­ musiche Daniele D’Angelo ­ luci Luca BronzoI miti sono vivi e servono ancora oggi a raccontare la parabola di una modernità perduta, smarritanei valori che non recupererà più.Questa Cassandra nasce dalle parole antiche di Seneca, Eschilo ed Euripide, ma anche da quelle piùvicine e contemporanee di Christa Wolf, di Jean Baudrillard, T.S. Eliott, W.Szymborska e del poeta Ghiannis Ritsos.Elisabetta Pozzi, con la collaborazione dell’autore e giornalista Massimo Fini,disegna il mito portandolo all’oggi per indagare la nostra civiltà orfana di identità.Cassandra è l’eroina tragica destinata ad avere il dono della preveggenza ma a non essere credutaper aver rifiutato l’amore del dio Apollo; è ancora l’emblema della lucidità, capace di vedere icavalli di Troia che la nostra società ha accolto condannandosi alla catastrofe

  • i sapori
  • gambino ass