Teatri di Pietra: Iaia Forte a Eraclea Minoa con “Odissea Penelope”

iaia-forte-300x297
Un’attrice di grande talento riporta l’Odissea di Omero a Eraclea Minoa. Domani sera – giovedì 6 agosto ore 21,15 – per il circuito Teatri di Pietra Iaia Forte sarà la protagonista di “Odissea Penelope”, testo liberamente ispirato all’Odissea di Omero che andrà in scena con la regia di Giuseppe Argirò al teatro antico di Eraclea Minoa.
Lo spettacolo, una prosa in concerto con voce recitante (Iaia Forte), pianoforte (Sara Dominici) e coro, ha una portata affabulatoria che si radica nell’impegno civile.
L’attrice partenopea, dal riconosciuto grande talento, diventa così un’interprete eccellente di tutte le istanze di un mondo femminile che voglia discutere in maniera costruttiva – alternando momenti di riflessione, di ironia, di drammaticità -di tutti i temi che spesso non possono essere affrontati perché ritenuti marginali in una società in cui l’immagine della donna non è sempre pari alla sua intelligenza, alla sua carica innovativa, alla sua profondità psicologica. Lo spettacolo fa emergere le contraddizioni di un’umanità eterogenea e a volte troppo diversa per poter raggiungere una pacifica convivenza. Penelope pensando alle vicende di Troia baluardo dell’Asia minore, non può non riflettere su un conflitto etnico di scottante attualità come quello tra oriente e occidente.
Odissea Penelope rivendica il diritto della donna ad esistere, a chiamarsi con un nome proprio di persona affermando un’identità personale che non può essere decisa a priori da nessun sistema culturale, se pur fondato su una tradizione millenaria. Penelope in questa nuova visione che va al di là di Omero, pur rimanendo una donna che ama Ulisse, l’eroe del mito, discute con lucidità tutti gli aspetti oscuri del celebre inventore del cavallo di troia. Penelope infatti ascrive a se stessa il diritto di poter parlare degli orrori della guerra sanzionando le malefatte di un mondo brutale che non risparmia nemmeno i bambini, come testimonia la morte orrenda del piccolo Astianatte, ad opera dello stesso Ulisse. La guerra non è più dunque cosa da uomini ma viene rivelata in tutta la sua stupidità e inutilità dalla denuncia civile di Penelope che si rende consapevole di aver sposato un assassino inventore di ordigni di morte. Il rapporto con la contemporaneità è bruciante ed immediato: il cavallo di legno non è dissimile infatti dalle tante invenzioni disumane che uguali ai giochi hanno invece dilaniato i bambini di tutto il mondo. La drammaturgia si snoda quindi tra diversi motivi quali la solitudine della donna che deve gestire un mondo che non conta di fronte al potere sociale, politico, economico, di una società fondata dagli uomini; la violenza e la sopraffazione che le parti sociali più deboli sono costretti a subire; e infine la memoria che in questo caso, Penelope donna, è costretta suo malgrado a tramandare perché nessuno possa dimenticare.

Teatro Antico di Eraclea Minoa– Cattolica Eraclea (Ag)
Inizio Spettacoli: ore 21.15
Apertura botteghino: ore 19
Biglietti: intero €12,00 – ridotto € 10,00
Numero verde: 800.024060
Sito internet: www.teatridipietra.org

DETOX TRE MESI

Clicca sul banner  – Registrazione – Shop Online – Clicca sulla categoria HOME PHARMACY e scegli Detox Set