TASSE/ Sindaco Piro: “Il ricorso è un atto dovuto, rischiamo il dissesto finanziario”

Cosimo Piro

“Il ricorso al CGA è un atto dovuto – afferma il sindaco Cosimo Piro – per le responsabilità gravi che altrimenti verrebbero attribuite agli amministratori per le conseguenze della dichiarazione di dissesto finanziario. L’amministrazione – continua Piro – ha mantenuto l’impegno di abbassare per il 2010 a € 2,20 la tassa rifiuti e a 1,60 euro dal 2011 in poi, raggiungendo anche l’obiettivo di far lavorare nell’ambito del servizio civico, 40 volontari in condizioni economiche disagiate assistiti dal comune.

Mi auguro anche che la Regione Siciliana approvi un nostro emendamento, nel corso della prossima approvazione di assestamento di bilancio, per utilizzare il fondo vincolato che restitueremo ai cittadini compensando l’aumento per il 2009.

La manovra effettuata, grazie alla battaglia intrapresa con la SOGEIR, e la vittoria ottenuta per utilizzare i volontari del servizio civile, è l’unica che si poteva intraprendere e che ha portato all’abbassamento della tassa e all’assistenza di 40 cittadini bisognosi.

La stessa ci ha fatto evitare il dissesto finanziario in considerazione anche che l’amministrazione sta risanando le casse comunali pagando i crediti vantati dalla SOGEIR dal 2004 al 2007. Sono stati già pagati 500,000 euro.

Il dissesto sarebbe disastroso perchè causerebbe gravi conseguenze come l’aumento al massimo delle tasse: TARSU, ICI, etc oltre ad eventuali licenziamenti dei contrattisti.

Il sottoscritto e l’amministrazione – conclude il primo cittadino – hanno operato e operano nell’interesse esclusivo dei cittadini e del paese con grande responsabilità e con la consapevolezza che evitando il dissesto finanziario salvaguarderemo anche le tasche dei cittadini.”