Sulu tu si la vita me (Poesia di Jerry Scalici)

Sulu tu si la vita me (Poesia di Jerry Scalici)

 

Quant’é bedda la fimmina me,
sia quannu si movi, chi quannu s’assetta.

Un s’annaca,
ma si lassa taliari.

È veru, macari parla troppu,
ma è l’amuri me.

Quannu a talìu dentru l’occhi so,
tuttu m’appari novu e mi scordu tutti cosi.

I so capiddi, beddi e ribelli comu sta terra siciliana,
tinginu di Suli l’iurnati di st’omu chi arranca dietru a li milli priuccupazioni di la vita so…

Veni prestu primavera, si idda surridi a mia,
ma cala tostu u ‘mbernu nta lu cori me, si la fimmina mia è tutta timpistusa!

Un é facili capirla quannu s’arrabbìa,
ma a vucca so, comu u zuccaru addiventa si parla d’amuri:
e pi mia è a cchiu bella melodia.

Stiddi, cielu, terra, mari, munti, amuri:
tu, Sulu e sulamenti Tu,
tuttu pi mia, tu si la vita me.

  • i sapori
  • gambino ass