Sei di destra? Di sinistra? Di centro?

di Maurizio Miliziano

Si, va bene, ma tu Maurizio sei di destra , di sinistra o di centro? Una domanda, legittima come ogni domanda…Allora, provo a rispondere e come me possono rispondere tutti coloro che si riconoscono in Cittadinanza attiva, anche coloro che letture strumentali e arcaiche vorrebbero tra loro in contrasto. Rispondo, ribadendo la natura fuorviante della domanda.

Non sono di destra …sono attento ai bisogni, a tutti e massimamente agli ultimi e agli emarginati e sono contro il reato di immigrazione clandestina e contro i bombardamenti; sono per dare risposta di diritti a disoccupati e precari; sono per una lotta serrata alla evasione, per un fisco ispirato a criteri di progressività , attento alle famiglie , agli imprenditori , ai redditi frutto di lavoro e produzione e sono per un fisco che colpisca le rendite finanziarie parassitarie.
Non sono di sinistra….sono per le regole del libero mercato e contro i conflitti di interessi , vere e proprie tangenti del terzo millennio, sono contro le caste e la cultura della appartenenza che mortificano i meriti.
Non sono di centro….sono convinto della importanza del pluralismo culturale e religioso e che il clericalismo è un insulto soprattutto a chi crede e che la laicità deve essere un valore etico fondativo, purtroppo carente in Italia.
E se qualcuno incalza e mi chiede chi sono e quale è la mia identità : cerco di ribadire che la domanda rischia di essere fuorviante.
Ma non mi sottraggo e rispondo : sono cristiano, democratico e di sinistra, ma ho fatto e farò di tutto per evitare che la mia identità si trasformi in un recinto, in una gabbia da politica da guerra fredda.
Questa è la mia identità e sono felice di sapere che , tra quanti condividono la esperienza di novità di Italia dei Valori , moltissimi ( mi interessa che siano tanti, ma non mi interessa sapere quanti sono per contare e contarci ) risponderanno di essere socialisti, liberali o ambientalisti…

  • i sapori
  • gambino ass