“Scuola primavera”, polemiche per la selezione

Infuria la polemica a Cattolica Eraclea ad essere tirato in ballo il sindaco Piro e l’amministrazione comunale. Il fatto riguarda la selezione di 2 unità di personale docente/educativo e di 2 unità di personale con la qualifica di Assistente per l’infanzia per l’ attuazione del Progetto sperimentale “Sezione Primavera” di Cattolica Eraclea. La vicenda – evidenziata dal sito comunicalo.it – è che non tutte le persone aventi il titolo richiesto hanno potuto partecipare alle selezioni: “semplicemente – scrive Calogero Giuffrida – perché al bando non è stata data ampia pubblicità, per questo potrebbe essere nullo secondo quanto prevede la legge. Il bando – si legge nell’articolo – è stato pubblicato in tempi e in modi curiosi che certamente destano sospetti. Forti sospetti. L’avviso di selezione – continua Giuffrida – è stato pubblicato il 23 dicembre 2009 in giorni di festa, mentre il Comune veniva chiuso per ferie, e con scadenza al 4 gennaio 2010 (sic!), quindi nemmeno due settimane di tempo, manco una settimana lavorativa. Semplicemente è vergognoso. Qualche persona interessata – si legge ancora nell’articolo su comunicalo.it – adombra il sospetto che il bando sia stato fatto ad hoc per favorire qualcuno, probabilmente alcune “amiche del sindaco”, tanto più che stavolta il contratto è di 3 anni.”

Il sindaco interpellato da noi risponde con un comunicato. Ecco alcuni passaggi del suo comunicato.

“E’ necessario – scrive il sindaco Piro – far chiarezza sull’iter procedurale di espletamento della procedura di selezione del personale; ed infatti, ampia pubblicità è stata data al bando, predisposto dai membri della apposita commissione, scelti non tra gli uomini di partito, regola-tipo degli amministratori di riferimento del cronista, ma personale altamente qualificato, ed individuato nelle figure del dirigente scolastico dell’Istituto Psico-pedagogico di Ribera e di due Dirigenti dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, di cui uno Preside e l’altro Responsabile regionale delle Sezioni Primavera della Sicilia.

Preme sottolineare – afferma il primo cittadino – che l’iter amministrativo di predisposizione e pubblicazione del bando è stato curato dall’ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Cattolica Eraclea e dal suo Dirigente, con assoluta estraneità di ogni qualsivoglia coinvolgimento, in termini di competenza e men che mai di interesse, del Sindaco e degli Amministratori in carica.

Nutro grande rispetto per i valori costituzionali di eguaglianza tra tutti i cittadini, senza discriminazioni di sorta per le opinioni e/o per l’appartenenza politica.

Al fine di garantire, anche per l’anno in corso, la sezione Primavera, ben accolta da tutti i cittadini, si è proceduto alla pubblicazione del bando di selezione a far data dal 23.12.2009 sol perché abbiamo appreso pochi giorni prima l’avvenuta assegnazione del contributo, dopo l’esito positivo della conferenza Stato-Regioni. Fatto notorio in tutta Italia.

Pretestuosa e vergognosa è poi l’affermazione contenuta nell’articolo, che si contesta nella forma e nella sostanza, per la quale “il Comune veniva chiuso per ferie”. Ebbene, si ricorda che a nessun comune d’Italia è concessa la chiusura per ferie; vero è che il Comune di Cattolica Eraclea è rimasto aperto anche il 24 dicembre 2009 ed il 31.12.2009

Mi rincresce – conclude il sindaco Piro – che un’aspirante non sia riuscita ad appagare le proprie aspettative; più che alla banale ed inutile protesta, qualora ritenga di aver risposto meglio e di avere più titoli della “single”, ricorra alle competenti sedi.

Il reclamo proposto dall’aspirante è stato tempestivamente esitato dalla Commissione, organo naturalmente competente, con lettera notificata alla stessa.”