Scrive Giovanni Zambito sulle ultime vicende politiche italiane

Cambiar tutto per non cambiare niente.
di Giovanni Zambito

“Bisogna cambiare tutto per non cambiare niente”. L’aforisma gattopardiano sintetizza al meglio quello che doveva accadere alla nave “bell’Italia” nel solcare le onde molto spesso alte ed insidiose di un mare inquieto, agitato ed anche torbido. Bisognava scegliere la miglior rotta, libera dai pericoli e su tutto sicura. Non ci siamo riusciti! Per le nostre colpe o per le loro non ha nessuna importanza, ne renderemo conto ai nostri figli, alle generazioni future a cui lasceremo la “ bella Italia” ridotta ad una melmosa e putrida carcassa, dove zanzare e sciacalli faranno da padroni, là dove la gente dabbene continuerà ad essere braccata, predata e violentata. Ci siamo lamentati, … abbiamo protestato ed anche infierito, abbiamo esclamato anche “mai più!”………. che delusione nel rivedere riconfermato quanto avevamo criticato e condannato!! … La colpa non è loro però, la colpa sta nella nostra pochezza d’intenti, … nel nostro fare degli accomodamenti uno strumento di tranquillità, … di fare delle nostre metamorfosi una conquista sociale e di appagamento di desideri repressi, …. di sentirci più forti coi poteri forti rimanendo altresì piccoli in seno alle nostre grandi momentanee mirate conquiste. … Chi è causa dei suoi mali pianga se stesso! … Ancora una volta abituiamoci a soffrire il mal d’inefficienza e di staticità della martoriata difficile “bell’Italia”. Non difficile essa ma difficili i nostri presunti uomini politici, che si sono alternati (ed ancora oggi sono anche ed ancora di turno) come nocchieri su una ”nave in gran tempesta”, nocchieri che anziché portare la ”benedetta” nave in rada l’hanno “governata” in alto mare, abbandonandola in balìa di opportunisti e di “mozzi” che oggi in maniera disperata tentano anche di farla rimanere a galla, … non si sa come, …. non si sa mai!
Bisognava cambiare tutto, ……… non è cambiato niente.
C. E. 20/04/2013
giovannizambito

  • i sapori
  • gambino ass