“Salviamo la riserva naturale di Torre Salsa”: continua la petizione online

DCIM100MEDIA

 

 

La petizione online è stata lanciata da Renata Conciauro sul portale change.org e conta di raggiungere 5000 firme. Al momento le adesioni sono quasi 3800.

Nonostante la recente approvazione del disegno di legge nr. 795, “Istituzione, gestione e valorizzazione delle aree protette” sulla gestione delle riserve e dei parchi naturali, il Comune di Siculiana insieme alla Regione Sicilia ha concesso tutte le autorizzazioni di legge al colosso tedesco Adler Spa & Resorts.
Presto la meravigliosa riserva naturale di Torre Salsa, situata nel tratto di costa agrigentina che si distende tra Eraclea Minoa e Siculiana marina, sarà distrutta da un bel Resort a cura della Adler.
L’oasi WWF di Torre Salsa si estende tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa in un territorio incontaminato dove si riproduce indisturbata la tartaruga marina Caretta caretta.
Io chiedo che venga preservata e riconosciuta come patrimonio culturale e ambientale italiano, anziché essere “svenduta” ancora una volta a stranieri. Secondo il disegno di legge nr.795 si dovrebbe migliorare la fruizione di parchi e riserve e perfezionare il sistema delle aree protette in modo da favorire, nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio, il rilancio culturale, sociale ed economico delle comunità locali, oltre che per concentrare le principali disposizioni in materia di aree protette. Favorire le comunità locali nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio.
Io non credo che costruire un grande resort di lusso all’interno di un’area protetta possa essere definito come preservazione di un bene né potrà mai rispettare l’ambiente.

 

Questa petizione sarà consegnata a:

  • Fondo ambiente italiano
  • assessorato beni culturali sicilia
  • http://www.parks.it/regione.sicilia/
  • i sapori
  • gambino ass