RICORSO TARSU/ Avvocato Dagnino:”il CGA non ha emesso una sentenza, ma una semplice ordinanza in corso di causa”

L’avvocato Alessandro Dagnino, patrocinante del comitato cittadino, ha inviato una nota di chiarimento a proposito del ricorso al CGA dopo le ultime notizie circolate in questi giorni.

L'avvocato Dagnino e Alfonso Scanio - Adiconsum Agrigento

“Con riguardo alla causa di appello relativa al giudizio che vede contrapposti il Comitato di Cattolica Eraclea e il Comune, desidero osservare che, contrariamente a quanto apparso sui giornali nei giorni scorsi, il CGA (Giudice d’appello) non ha, allo stato, accolto l’atto di appello proposto dal Comune e non ha annullato la sentenza del TAR Sicilia che aveva accolto il ricorso del Comitato.

Il CGA, in occasione della camera di consiglio del 25 novembre 2010, ha soltanto accolto l’istanza di sospensione provvisoria degli effetti della sentenza di primo grado, proposta dal Comune.

Il CGA, dunque, non ha emesso una sentenza, ma una semplice ordinanza in corso di causa.

La causa di appello deve ancora essere decisa e l’udienza di merito non è stata ancora fissata; il giudizio è ad oggi pendente e l’emissione dell’ordinanza di sospensione non ne pregiudica in alcun modo l’esito, che può essere ancora favorevole al Comitato.

L’avvenuta compensazione delle spese della fase cautelare significa che il CGA ha statuito che in questa fase le spese legali restano a carico delle parti ciascuno per la propria quota.

Tra circa una settimana sarà disponibile il testo dell’ordinanza di sospensione emessa dal CGA, che comunque è normalmente motivato in modo molto succinto, trattandosi di un provvedimento meramente interlocutorio”.

Avvocato Alessandro Dagnino