Quanto costa realizzare un centesimo di euro? Sel Presenta mozione alla Camera

Dalla mozione presentata alla Camera da Sel ne abbiamo scoperte delle belle: produrre un centesimo costa 4 bolte di più dello stesso valore della monetina. E’ vero poi magari si recupera con la produzione di banconote di grossa taglia, ma a questo punto è lecito chiedersi se davvero sia conveniente produrre quelli di piccolissima valuta oppure se non è il caso di abolirle.

Sel: “Fare un centesimo ne costa quattro”
Quattro centesimi e mezzo per ogni moneta da 1 cent, 5.2 per quelle da 2 centesimi e 5.7 per quelle da 5. E’ questo il conto, “incredibile” secondo Sel, presentato alla Camera dei Deputati per la fabbricazione delle “monetine”

Farli costa più, molto più di quanto valgono. Sono i centesimi di euro che, secondo i dati presentati da Sel alla Camera, valgono meno di quanto costa fabbricarli.

“I costi di fabbricazione di ciascuna moneta da 1 centesimo ammonterebbero a 4,5 centesimi; quelli di ciascuna moneta da 2 centesimi a 5,2 cent; quelli di ciascuna moneta da 5 centesimi a 5,7″.

Dall’introduzione dell’Euro a oggi, “la Zecca avrebbe fuso oltre 2,8 miliardi di monete da un centesimo, 2,3 miliardi di monete da 2 cent e circa 2 miliardi di monete da 5 cent, per un costo complessivo di 362 milioni di euro a fronte di un valore reale di 174 milioni”.

Sinistra Ecologia Libertà ha presentato allora una mozione alla Camera, primo firmatario il tesoriere nazionale, Sergio Boccadutri, e sottoscritta anche da deputati Pd, Scelta Civica, M5S, “sull’incredibile vicenda dei costi di fabbricazione delle monete da 1, 2, 5 centesimi”.

  • i sapori
  • gambino ass