POLITICA. L’emigrato cattolicese Joe Magrì eletto sindaco in Canada

magrìUn emigrato cattolicese è stato eletto sindaco in Canada con il 41% dei voti. Joe Magrì, 38 anni, figlio di Biagio e Concetta emigrati in Canada negli anni ’60, sposato con Josee Sciascia (anche lei oriunda di Cattolica Eraclea) e padre di due figlie, è adesso il nuovo primo cittadino dell’arrondissement di Rivière des Prairies, il distretto di Montrèal dove tradizionalmente vive una nutrita comunità di emigrati siciliani e cattolicesi.
Joe Magrì nel corso del suo primo mandato da consigliere comunale dello stesso distretto si era guadagnato la fiducia del “sindaco-capo” di Montrèal, Gérald Tremblay, essendo stato impegnato in importanti incarichi, sia in seno all’arrondissement che al Comune centrale di Montréal. Joe Magrì è conosciuto come un ragazzo impegnato e volenteroso.

Sin da giovane si dedica all’impresa di costruzioni della sua famiglia e nel 1989 inizia la sua personale carriera come agente immobiliare dopo aver completato gli studi. Poi, nel 1990, fonda una società insieme a due cugini, miete successi imprenditoriali e diviene vice-presidente della Camera di Commercio di Riviere des Prairies. E’ nel 2003 che Magrì decide di occuparsi di politica seguendo da vicino l’attività del deputato liberale Tony Tomassi. Tra i due nasce una sincera amicizia e Joe viene eletto vice-presidente del partito Liberale del Quebec. Nel 2005 l’elezione al Consiglio comunale, l’emigrato cattolicese risulta il primo eletto a Riviere des Prairies, lo stesso distretto che adesso lo ha eletto sindaco.

  • i sapori
  • gambino ass