Poesia :”Se potessi…” (di Jerry Scalici)

Se potessi mutare il tuo umore,
restituendoti la gioia di vivere, cancellando per sempre ogni dolore.

Guardo con gli occhi bendati sul cuore,
ascolto i tuoi rumorosi silenzi,
esplorando il tuo mondo restando fermo sul cammino della vita.

Se potessi almeno sentire adesso la voce mia,
lasciandoti trasportare da quell’impetuoso mare che travolge i sensi miei,
quando il nome tuo lascia spazio soltanto alla poesia.

Forte dentro me è il bisogno d’incrociare lo sguardo tuo,
la vivida luce che brilla sempre da te,
e che apparentemente s’è offuscata da un dolore mai assopito.

Frena la tua rabbia, placa le tue paure:
la solitudine chiude in gabbia e ti cala la scure.

Libero come il vento, vorrei sfiorare il tuo viso,
scaldarlo dalla gelida indifferenza di chi furioso non ti comprende,
cogliendo la rugiada dagli tuoi occhi, portandola via con me ove tu non saprai mai.

Mentre rammendo i brandelli dell’anima tua, tu fuggi lontana da me:
se solo potessi fare sereno dentro il cuore,
facendo pulizia, entrando in punta di piedi per non fare rumore…

Ancora una volta le mie parole assumono una forma concreta,
quelle gemme create soltanto per te e che tu chissà se rigetterai ancora,
perché campare dal vivere è un’altra cosa.

Se potessi farti spuntare un sorriso,
dato non è più un mistero che tu occupi parte della mia vita, per davvero…

  • i sapori
  • gambino ass