Poesia :”Poesia disgraziata, cuore innamorato” (di Jerry Scalici)

Scorre lenta la sera fra le note di un brano che mi parla di te:

la tua voce riecheggia nostalgicamente fra i pensieri miei.

Nessuno vede le lacrime che scorrono fredde dal cuore mio,

né si accorge degli amarissimi sorrisi che a stento regalo tutto intorno a me.

A volte si tace con la bocca, ma non con la voce dell’Anima:

pochi sanno ascoltare quelle labbra mute di uomo che,

in vita sua tutto ha donato senza chiedere nulla in cambio se non Amore.

Poesia disgraziata,

carica di passione e di malinconia.

Poesia innamorata,

carica di dolci parole e nostalgia.

Non si può controllare un cuore che sogna,

né una mente che Ama,

un uomo che si abbandona ai sensi dello spirito

contro le leggi di una umanità senza più riferimenti.

No, non vivo di ripensamenti:

preferisco esser quel che sono,

mettendo in gioco quel che di buono possiedo

anelando a giorni migliori.

Non mi basta vivere senza vita,

né sorridere senza gioia…

Stasera la Luna pare guardarmi dentro il cuore,

attraverso gli occhi miei:

la mia bocca tace,

ma il cuore mio pronuncia il nome tuo nel silenzio della sera.

Chi lo udirà?

Forse le stelle del Cielo?

Chissà se tu mi pensi.

Chissà cosa sarà o non sarà mai di noi…

Poesia disgraziata,

cuore innamorato,

taci, non parlare:

prendi questo mio Amore

e portami via…

  • i sapori
  • gambino ass