Poesia :”Milioni di colpe” (di Jerry Scalici)

Dietro l’apparente bellezza di una donna,

non di rado, si celano ferite tanto profonde che tolgono pace e il sorriso.

Creatura dolcissima, so benissimo perché soffre…

In verità so bene il suo soffrire ed accanto a lei e per lei, io sono.

Ella più non tace, ma soffre tutto il mondo attorno a lei:

gli occhi suoi belli han perso la luce di un tempo,

ed accecata di rabbia, versa amarissime lacrime che nessuno vede e sa.

Porre rimedio vorrebbe a tutto il male ricevuto,

dimenticando le offese di quel passato che le si rende ancora presente.

Di certo non scorderà quello che nel cuore suo ha amato,

anche se è conscia dei limiti suoi,

di quell’unico maledettissimo errore di aver donato Amore a chi Amore non ha ricambiato mai.

Quella casa non è più una casa,

ma è una covo di perversi ricordi che riaffiorano fra ricordi e rimorsi,

di milioni di colpe inflitte a quel povero cuore, senza colpa non da un uomo, ma verme.

Emozioni distorte fanno a pugni dentro di se,

la paura assale tosta la sua piccola grande persona.

Non temere mia tenera Amica: non piangere ma non negare a te stessa la voglia di vivere.

Ti porgo la mia mano, il mio cuore;

nulla ti chiedo in cambio se non il tuo affetto sincero,

senza pianificar vendetta, mantenendo alto il tuo nome, il tuo onore.

Cogli l’attimo e i segni del destino:

gente che viene, gente che va,

sai bene a chi mi riferisco: eh già!

Un sorriso bellissimo voglio donarti, piccola Donna,

per porre rimedio a quelle milioni di colpe inflitte a quel tuo povero cuore,

ammalato d’Amore…

  • i sapori
  • gambino ass