Poesia : “Eccomi. Eccoti. Eccoci.” (di Jerry Scalici)

Quanto m’è dolce il tuo pensier,

mentre il mondo rumorosamente s’affatica senza Amore:

ed è così che i giorni miei vengono messi in luce

dalla dolce tua presenza, mia tenera Amata.

Anche il fiele m’è dolce se tu sei con me,

consapevole che tutto mi può apparir diverso solo se posso Amare te.

Non chiedo nient’altro nella vita,

se non poter vivere con te ogni suo istante,

restandoti accanto sia quando il Sole splende, che nei giorni di nebbia più fitta…

Riconosco la tua essenza,

che estasia i sensi miei:

donna di mille colori sai esser forte e solare,

altre volte aspra e fragile.

Il gran bene che provo per te va oltre le apparenze,

oltre quello che la gente vede o vorrebbe vedere!

Nulla pretendo, ma desidero.

Il desiderio immenso di poterti restituire quello che temi che mai più riavrai,

quella voglia immensa d’Amare senza imporre,

di vivere senza pretendere.

Eccomi. Eccoti. Eccoci.

Ed è così che tutto ci può apparir diverso solo se

possiamo viver e render vero,

quel desiderio immenso d’Amare che splende alla luce dei giorni miei coi tuoi, senza fine!