Palma di Montechiaro confermata nella lista delle centrali nucleari

482ed8a89fe28_normal-150x150
E’ confermata la zona di Palma di Montechiaro (60 km da Cattolica Eraclea ndr) nella lista dei dieci siti candidati ad ospitare le quattro centrali nucleari con cui l’Italia intenderà produrre energia. Si tratta di Monfalcone (Gorizia), Scanzano Jonico (Matera), Palma di Montechiaro, Oristano, Chioggia, Caorso, Trino Vercellese, Montalto di Castro, Termini Imerese e Termoli. “Il governo riferisca al più se intende confermare questo elenco stilato contro la volontà dei cittadini e contro l’opposizione di diverse amministrazioni in carica” . Lo dichiara il sen. Roberto Della Seta(Pd), preannunciando un’interrogazione urgente al ministro delle Attività Produttive. ”La bozza sui piani nucleari del governo – continua l’esponente ecodem – circola da diversi giorni e non c’è traccia di smentita da parte di Scajola sulla veridicità o meno delle notizie circolate sulla stampa , sebbene alcune tra le localita’ ‘prescelte’ abbiano manifestato chiaramente la propria indisponibilita’ a ospitare una centrale nucleare di terza generazione. A prescindere da come si giudichi la scelta del ritorno al nucleare e’ innegabile che una volta di piu’ il governo confermi che voglia agire ‘manu militari’, stilando una prima lista e lasciando poi libere le imprese di proporre i siti dove costruire le centrali. Il governo intende accentrare cosi’ su di se’ ogni politica energetica,in barba ai principi costituzionali che vedono l’energia materia concorrente fra Stato e Regioni”. ”Il Governo, con l’Italia lontanissima dagli obiettivi vincolanti fissati dalla Ue per le emissioni di anidride carbonica investe tutte le risorse sull’atomo e le sottrae alle rinnovabili e all’efficienza energetica, scegliendo una strada lunga e costosa. Percorso che, appena verranno ufficializzati i siti destinati a ospitare le centrali nucleari e le loro scorie, sara’ reso ancora più impervio dalle inevitabili e sacrosante proteste dei cittadini che non credono alla favola del nucleare pulito e sicuro che Berlusconi e Scajola vanno raccontando da mesi”, conclude Della Seta.

fonte:agrigentoflash.it

  • i sapori
  • gambino ass