MUSICA/ Trent’anni anni fa moriva John Lennon

Trent’anni fa, l’8 dicembre 1980, John Lennon moriva a New York assassinato da un mitomane a pochi passi dal Dakota Building, la sua residenza di New York. Alle 22:50, mentre John rientrava a casa insieme alla moglie Yoko Ono, Chapman lo chiamò, dicendo: “Ehi, Mr. Lennon! Sta per entrare nella storia”. Aveva quarant’anni, era uno degli uomini più ricchi e famosi del mondo. Era stato (senza nulla togliere all’amico Paul McCartney) la «mente» dei Beatles, il gruppo-simbolo della musica del Novecento. Oggi il suo mito musicale non è minimamente scalfito. Proprio l’altro giorno è uscito nei cinema italiani un film: «Nowhere Boy», di Sam Taylor Wood, che racconta gli anni dell’adolescenza di Lennon. Un anno fa sono stati ripubblicati tutti gli album in studio dei Beatles, rimasterizzati, e, esattamente come accadde nei ’60, i titoli hanno monopolizzato le classifiche di tutto il mondo.

IL VIDEO DI STAND BY ME