Movimento Libera Siculiana/ “Vergogna, sulla democrazia non si transige”

Martedi 28 settembre al Centro Sociale di Siculiana, in occasione dell’ assemblea cittadina convocata dall’amministrazione, che aveva come oggetto le esose bollette della Tarsu, il sindaco Mariella Bruno e il suo vice Giuseppe Zambito, dopo avere esposto con precisione la loro azione amministrativa svolta in questi tre mesi con toni da propaganda elettorale, andando così fuori tema, non hanno dato la possibilità ai cittadini di esprimersi e di dire la loro a proposito del tema della Tarsu Ma c’è di più, quando un cittadino siculianese ha cercato di parlare a nome di un comitato cittadino, della cui nascita aveva nei giorni scorsi dato notizia tramite un comunicato stampa diramato a tutti i siti internet di informazione locale, il Sindaco di Siculiana gli ha letteralmente tolto il microfono di mano dicendogli che la sua intenzione fosse soltanto di fare polemica. In seguito anche altri cittadini hanno manifestato la volontà di parlare e porre domande circa la problematica principale dell’assemblea, ma il Sindaco, ancora una volta, li ammonisce dicendogli: “non vi do’ il diritto di parlare”. Non è ammissibile in un paese democratico, quale il nostro, che il Sindaco assuma un atteggiamento squadrista e che aggiunga inoltre: “non ci sono più bisogno di comitati cittadini perché ormai c’è l’amministrazione comunale”, non deve essere sicuramente lei a decidere sulla nascita o meno del comitato e di tutte quelle aggregazioni sociali in cui il cittadino siculianese si rispecchia. Ieri, purtroppo, si è assistito ad un brutto film, un’assemblea cittadina imposta ai cittadini senza possibilità di replica, una visione del confronto e della partecipazione cittadina, tanto osannata dall’attuale amministrazione in campagna elettorale, aberrante e non curante dell’intelligenza dei siculianesi che sicuramente avevano voglia di dire la loro. Vincere le elezioni non significa essere depositari della verità assoluta, l’ atteggiamento del nostro Sindaco ci ha profondamente indisposto, la parola non si nega a nessuno! Principio sacrosanto della democrazia. Il Movimento LiberaSiculiana si propone quale coscienza critica della politica siculianese con un modus operandi democratico e basato sul dibattito costruttivo.

Movimento Libera Siculiana