METEO. Maltempo in Sicilia, tanta neve fin a bassa quota e domani farà ancora più freddo: le previsioni

Il colpo di coda dell’inverno ha provocato un calo delle temperature in Sicilia e sta causando rallentamenti nella circolazione automobilistica per le nevicate anche a bassa quota. Dall’Anas informano pero’ che la situazione e’ sotto controllo e non si registrano disagi particolari. Stamattina una forte grandinata ha imbiancato per alcuni minuti le strade a Palermo. Le abbondanti piogge si alternano a brevi schiarite. Le cime delle montagne che circondano il capoluogo appaiono imbiancate, e in particolare quella di monte Cuccio, che e’ la piu’ alta con i suoi 1.050 metri. Un sottile strato bianco anche su monte Castellaccio.
A Palermo, dopo una minima di +5°C, la massima ha appena sfiorato i +11°C e continua a piovere (32mm oggi, 78mm negli ultimi tre giorni, ma alcune località della provincia hanno superato i 150mm!). A Messina la massima ha raggiunto i +12°C dopo la minima di +7°C, più freddo a Caltanissetta dove la massima ha raggiunto i +5°C dopo la minima di +1°C. Proprio a Caltanissetta, come a Enna e Ragusa, ha nevicato (qui le foto della città iblea imbiancata). Nelle immagini satellitari possiamo notare la presenza di nubi frastagliate simbolo proprio dell’arrivo dell’aria fredda da nord/ovest, ma sarà domani che si raggiungeranno le temperature più basse. Intanto segnaliamo nevicate abbondanti tra le province di Enna e Messina. Gli spazzaneve sono entrati in azione tra Nicosia, Mistretta e Cesaro’. Montagne imbiancate anche sulle Madonie, sui Nebrodi, sui Peloritani e sull’Etna. Nel centro storico di Canicatti’ (Ag) il cedimento di una scarpata in via Carini ha creato momenti di panico e di apprensione negli abitanti del quartiere ”Madonna della Rocca”, ma nessun ferito.



A causa del maltempo e’ stata chiusa stamani la strada provinciale Trapani-San Vito Lo Capo nel tratto compreso tra il capoluogo e la frazione di Bonagia. Le forti mareggiate all’altezza di Pizzolungo hanno invaso la strada di alghe e detriti rendendola impraticabile. Nell’agrigentino e’ straripato il fiume Belice, a valle della diga Garcia, e si sono allagate le Terme Acque Pie di Montevago (Ag). Mare in burrasca sulle coste occidentali nel trapanese e collegamenti difficoltosi con le Egadi. Anche le sette isole Eolie sono da ieri pomeriggio prive di collegamenti con pesanti disagi per oltre duecento passeggeri bloccati a Milazzo tra isolani e pendolari. A causa del forte vento proveniente da ovest e del mare forza sette aliscafi e traghetti sono bloccati nei porti. A Lipari e’ anche ferma nel porto di Sottomonastero la nave della Compagnia delle Isole. Per monitorare la situazione in diretta, seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

http://www.meteoweb.eu


  • i sapori
  • gambino ass