MEDICINA/ Influenza: il vaccino in un cerotto

Buone notizie per chi odia le iniezioni: il vaccino contro l’influenza si potrà ricevere anche senza la classica puntura sulla spalla, ma per mezzo di uno speciale cerotto dermico da applicare anche a casa propria, senza bisogno del medico. Il cerotto ha sulla sua superficie dei piccolissimi microaghi che, in modo del tutto indolore, rilasciano il principio attivo e poi si dissolvono sulla cute. Dopo l’applicazione, il cerotto si lava via e non resta più nulla.

Come riporta la rivista “Nature Medicine”, il cerotto permette di sostituire la noiosa iniezione, con sollievo del paziente, ma insieme elimina lo scarto della siringa. Inoltre è molto facile da usare e permette una somministrazione fai-da-te, permettendo di realizzare campagne di vaccinazione più estese, visto che potrebbe essere venduto in farmacia e applicato a casa propria. Gli ideatori del cerotto sono Mark Prausnitz e la sua equipe del Georgia Institute of Technology di Atlanta, i quali hanno sperimentato con successo il cerotto sui topolini: un gruppo di roditori ha ricevuto il vaccino in modo tradizionale, con l’iniezione, mentre un secondo gruppo è stato trattato con il cerotto. Dopo 30 giorni tutti i topolini sono stati infettati con il virus influenzale, ma sono risultati immunologicamente coperti, segno che il cerotto funziona.

Il cerotto, hanno concluso i ricercatori, è altrettanto efficace che la vaccinazione classica, se non di più visto che ha dimostrato di indurre una memoria immunitaria più forte.

FONTE:TGCOM

  • i sapori
  • gambino ass