MALINCONICA NOSTALGIA (IN CERTE STRADE). Poesia di Bagur

MALINCONICA NOSTALGIA (IN CERTE STRADE)

In certe strade,
dove a lavarle ci pensa il cielo,
una vecchietta, seduta sulla soglia,
sferruzza, , presa da gran voglia.
Al ticchettio dei ferri fan coro le galline
con monotono chiocciare,
cercando qualcosa da beccare.

Rosso tramonto, il sole sta per calare.
La luce del giorno si fa scura,
s’affretta la donna, è quasi sera.

Mi chiedo: Perché tant’ansia di finire
per poi ricominciare?
E arrivare alfine da dove non si torna
dove ogni speranza finisce di sperare?
Rosso tramonto:
Il sole punta verso il mare.
Intanto scende leggero dal cielo
un tenue, ,grigio trasparente velo,
a ricoprir i tetti e le case,
fumano i comignoli ad affannar le spose.
Rosso tramonto
Il sole indugia prima d’affondare
E l’anima, non più del corpo prigioniera,
vola via veloce al calar della sera,
per cercare nell’immenso delle stelle,
tra tante emozioni, le più belle.
E mi ritrovo bambino in queste strade
con gli amici gioco a “Guardie e ladri”,
correndo felici osservati dalle madri
Oh tempo , come ti sfidai!
Credevo che la fanciullezza mia
Non finisse mai!
Bagur