Lorenzo Gurreri, su Book Sprint “Il paese delle vedove bianche” il primo romanzo

Questo primo romanzo “Il paese delle vedove bianche” tratta della Sicilia degli anni ottanta-novanta, in cui si svolgono le vicende di donne abbandonate dai mariti, emigrati all’estero, e costrette dalla società a subire i soprusi di mafiosi e politici corrotti. Protagonista di questo episodio è la romena Erika, abbandonata dal marito emigrato all’estero e rimasta sola e senza un soldo. L’emblematico e fantasioso paese di Metadoro viene esaminato con occhi critici e melanconici. La corruzione amministrativa dei politici e dei potenti viene messa in luce dal maresciallo Augusto Caruso che, alla fine, indagando su un omicidio di un politico, viene condizionato nelle azioni e nelle scelte dagli avvenimenti che lo travolgono e lo deludono profondamente.

Lorenzo Gurreri è nato a Cattolica Eraclea il 4 dicembre 1945. Docente di materie letterarie in pensione, da anni impegnato nel teatro amatoriale e nello studio delle tradizioni popolari, della poesia dialettale e della storia di Cattolica Eraclea. Ha pubblicato le seguenti opere: “Poeti popolari di Cattolica Eraclea” (1986), “Passione e morte di Gesù” (1987), “Storie della nostra gente” (1988), “La sciarra è pi la cutra” (1990), “Cattolica Eraclea: storia, arte, natura e tradizioni” (1990), “Indagine storica sulle nostre radici” (1994), “Uomini, donne, maschere e pupi” (1997), “I siti archeologici nella valle del Platani” (2004), “Da Eraclea Minoa a Cattolica” (2010), “Die Archaologischen statten im tal des Platani” (2015), “Histoire d’Eraclea Minoa – Cattolica” (2018), “Dalla fine della seconda guerra mondiale ai nostri giorni” (2018). Ha curato le raccolte di poesie: “Sunnu li petri e chiancinu” di Pino Miceli e “Lu munnu a la riversa di Santo Lucia”. Opere teatrali più volte rappresentate e inedite: Lu cunsigliu e Magia e politica.

Il link per acquistare il libro su www.booksprintedizioni.it

  • i sapori
  • gambino ass