Lombardo incontra Cutrò:”verrà superato ogni intoppo”

Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha incontrato nel pomeriggio Ignazio Cutrò, l’imprenditore da anni testimone di giustizia che ha contribuito, con le sue dichiarazioni, a smantellare la rete delle estorsioni e far condannare mafiosi ed estortori della provincia di Agrigento.
Cutrò, dopo aver denunciato i suoi estorsori, rischia un’ipoteca e il fallimento della sua impresa edile per un cartella esattoriale di oltre 85mila euro, aveva iniziato questa mattina lo sciopero della fame davanti Palazzo d’Orleans.
“Non possiamo accettare il benchè minimo segnale di disattenzione delle istituzioni – ha detto Lombardo alla fine dell’incontro – nei confronti di chi è impegnato in prima fila, con coraggio, nella lotta fondamentale alla mafia e al racket delle estorsioni. Accompagneremo passo dopo passo l’imprenditore per fare in modo che, nel rispetto delle previsioni normative a favore dei testimoni di giustizia, vengano sospese le cartelle esattoriali. In ogni caso, qualsiasi intoppo burocratico verrà superato e se non dovesse essere possibile ottenere la sospensione di questi tributi, l’amministrazione regionale potrà intervenire direttamente con fondi dedicati per garantire la continuità operativa dell’impresa di Cutrò”.

  • i sapori
  • gambino ass