Liberato un rapace a Cattolica Eraclea

“Ma questa è una poiana, deve essere quella che abbiamo liberato proprio qui” – “Aspetta che vediamo di chiamare qualcuno per salvarla” – “Il nostro prof di allora è del WWF” – “Io cerco pure il numero del centro recupero fauna selvatica” – “Nel frattempo diamogli da mangiare e bere, provvedo io” – “Ecco io invece lo imbocco”.

Che bellezza!!!

Fin quando non arrivano loro, Dino Valenti, dell’associazione Caretta caretta, che gestisce il Centro Recupero Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea, e Giuseppe Mazzotta, presidente del WWF Sicilia Area Mediterranea, già prof di quei ragazzi, quando a febbraio del 2019 avevano liberato una poiana curata da quel Centro, forse è proprio quella.

Evidentemente la lezione di allora a qualcosa era servita.

Adesso l’animale è guarito e così si è deciso di liberarlo proprio lì, dove era stato trovato.

È venuto a salutare i ragazzi pure il sindaco di Cattolica Eraclea, Santo Borsellino, che ha avuto parole di stima per questi ragazzi.

E per chiudere il cerchio, il WWF ha stampato un attestato di ringraziamento per consegnarlo a ciascuno di loro, Agostino Campisi, che ha trovato un animale, Vito Termine, Felice Formica e Calogero De Cicco, che lo hanno sorvegliato fino all’arrivo degli aiuti, Ivan Spagnolo, che ha procurato il cibo e l’acqua, e Giuseppe Nicosia, che ha imboccato l’animale.

Buon futuro in bellezza ragazzi, e che la vita vi accompagni verso obiettivi di serenità.

Ve li meritate.

  • i sapori
  • gambino ass