Lettera aperta del Movimento “Solo per Cattolica Eraclea” al sindaco Termine

Signor SINDACO due settimane fa, abbiamo manifestato per iscritto le nostre posizioni, i nostri rilievi, le nostre idee, in riferimento al suo operato, ma Lei, dall’alto della sua carica, snobba le persone che vedono, sentono e, purtroppo per Lei, pensano e parlano.

L’unica cosa che ci risulta a sapere è la sua constazione e reazione al nostro documento, racchiusa in questa frase “ CHI SIETE? QUANTI SIETE? perchè se siete solo voi firmatari posso fare benissimo a meno di sentirvi”. Noi eravamo e siamo consapevoli sulla sua scarsa attinenza ad ascoltare le idee e sopratutto le necessità del PAESE, come sappiamo benissimo che per LEI , Cattolica Eraclea è una paese ideale per Amministrare, un paese dove non ci sono idee proprie, ma diventano proprie le idee di chi governa. Un paese dove è facile controllare tutto e tutti, con metodi che non vogliamo definire, ma che lei ben conosce, come coloro che lì subiscono.
Possiamo definire CATTOLICA ERACLEA il paese ideale per chi vale poco e vuole portare avanti un certo modo di fare politica, semplicemente perchè il cittadino non parla, non chiede, non pensa, non critica, ma ha solo bisogni e favori individuali da chiedere. Un cittadino dedito al servilismo, alla sudditanza , un cittadino a cui basta una pacca sulla spalla e una frase, detta a giro dai piccoli potenti-prepotenti: “CI SONO IO”. Oppure come accade spesso, basta controllare ogni persona ricordando metodi e favori fatti, costringendola di fatto a stare tranquilla e subire con delicatezza. Ma se questo non bastasse, siete capaci di utilizzare altri metodi, grazie alla capacità di sdoppiarvi e facendo finta che l’uno non sa cosa fa l’altro, esercitando un modo non condiviso e poco ortodosso nei confronti di tanti individui alla ricerca dei propri diritti. Sicuramente mostrate grandi capacità per raggiungere i vostri intendimenti che, purtroppo, non sono quelli necessari alla nostra comunità, anzi arrecano seri danni, perchè privi di un piano per lo sviluppo.

Noi siamo qui consapevoli dissenzienti, che il tempo lavora contro il PAESE, abbiamo la certezza che verrà il giorno in cui il suo castello di sabbia crollerà, ma questo NON CI FA STARE TRANQUILLI perchè i danni possono diventare irrecuperabili. Siamo preoccupati delle sue decisioni poco dibattute e non discusse nell’ambito del Consiglio Comunale, relative al Bilancio e alle modalità dell’applicazione della TARES senza un vero regolamento (non tenendo conto nemmeno delle sentenze in merito alla tassazione dei garage). Così come siamo preoccupati dei suoi intendimenti in merito a vendite di proprietà comunali e addirittura di strade comunali a privati, per creare vantaggi a qualche persona a discapito della funzionalità territoriale e della comunità non solo Cattolicese.
Quindi abbia la bontà di venire al centro sociale e parlare al PAESE, dimostri almeno stavolta che ascolta il grido che viene dal bisogno, quel bisogno creato dalla politica e dal modo di fare anche della politica locale.
Non vogliamo aggiungere altro, perchè il nostro obiettivo non è sparlare, ma dire, non è criticare ma fare.
La aspettiamo, aspettiamo una ASSEMBLEA PUBBLICA da lei pubblicizzata, per UN SABATO O UNA DOMENICA, dopo le 17,30, faccia lei, non si precccupi, la sua performance sarà ascoltata da una sala piena. Distinti saluti.

Firmato: IL MOVIMENTO SOLO PER CATTOLICA ERACLEA

  • i sapori
  • gambino ass