L’assessore Armao a Eraclea Minoa per valorizzare il sito archeologico

PALERMO (ITALPRESS) – L’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identita’ siciliana, Gaetano Armao, si e’ recato oggi a Eraclea Minoa per un sopralluogo nell’area archeologica e nell’attiguo antiquarium che contiene i reperti rinvenuti nelle abitazioni della citta’. Armao, nel corso della visita ha dato la sua massima disponibilita’ a rilanciare un sito di grande valore storico culturale. Il sito archeologico di Eraclea Minoa e’ stato oggetto di un cinquantennio gli scavi, ricerche e studi da parte della soprintendenza di Agrigento, che hanno portato alla luce le mura di cinta per l’intero sviluppo di circa sei chilometri. All’interno di questa estesa cinta si sviluppa la citta’ di cui sono stati messi in luce il teatro e l’abitato di eta’ ellenistica (IV -I sec. a. C.). Il teatro sistemato nella cavita’ di una collinetta, ha la gradinata aperta a Sud, verso il mare, costruita in conci di marna la cui friabilita’estrema,mal consente di resistere agli agenti atmosferici che pongono problemi di restauro e di conservazione, tuttora aperti alla sperimentazione. A sud del teatro, sul pianoro che si estende sino al limite meridionale dello strapiombo sul mare e ad occidente sino al fiume, si sviluppa l’abitato con case ben conservate, sovrapposte in due stratificazioni: quella delle case relativa al IV – III sec. a.c. che segno’il momento di maggiore sviluppo della citta’ e quella della fase finale della citta’, relative alla rifondazione dei coloni da parte del console Rupilio (II-I sec a.C.). Nell’antiquarimu e’ possibile ammirare ceramiche, statuette e corredi tombali nonche’ frammenti di ceramica del periodo neo-eneolitico provenienti da un livello sottostante la necropoli arcaica. (ITALPRESS)