LA VITA: poesia del professor Baldo Gurreri


LA VITA

Non chiedere al tempo che passi in fretta
Anche se non sappiamo cosa ci aspetta
Vorrei inebriarmi dell’aria fresca del mattino,
di te che sempre mi stai vicino.
Del dolce tepore della primavera,
dell’aria vellutata della sera.
Vorrei sentirmi dentro te, Madre Natura,
finchè vivo e il mio tempo dura.
Solo così sarà più gradita la mia sorte,
sentendomi un tutt’uno con la vita e la morte.
Bagur

  • i sapori
  • gambino ass