La Margherita, poesia di Bagur

La Margherita
(Anni-vers-ario)

Tanto tempo fa,vagando per strada,
dalla fessura del marciapiede,
fece capolino una margherita.
La corolla, cullata dalla brezza,
m’invitava a farle una carezza.
Maldestro, sfiorai i suoi petali,
usando poca accortezza:
le mie dita sembravano strali.
Poi la colsi con tenerezza .
L’ho fatta compagna della vita
questa dolce, passionevole margherita.
Son passati trentacinque anni,
tra gioie ,pene e affanni;
tra salite, discese e pianura.
Lei , ancora con me,perdura.
E ora che della vita affrontiamo la discesa,
ora che i giorni e gli anni corrono veloci,
ora che dei giorni felici ascoltiamo le voci,
più di prima stiamo vicini a rafforzar l’intesa!

Bagur

  • i sapori
  • gambino ass