La generosità della maestra Graziella Di Blasi ha salvato due vite umane

Grazie ai suoi reni sono stati salvati un uomo di Pavia e un altro di Padova. Rispettivamente di 61 e 40 anni.

La signora Graziella con il marito. Francesco Curti, qualche mese prima di morire

La maestra cattolicese, agrigentina di nascita, Graziella Di Blasi è morta a 62 anni nel mese di gennaio a Padova, due settimane dopo essere sopravvissuta a un aneurisma cerebrale, che la vide sottoposta a un intervento chirurgico in un centro specializzato di Mestre. La donna era rimasta in zona, ospite a Padova da uno dei propri due figli. All’improvviso, a seguito di un secondo malore, la morte è sopraggiunta implacabile. E sono stati proprio i due figli della maestra ad autorizzare l’espianto di alcuni organi utilizzabili per salvare la vita o renderla migliore a qualcuno.

  • i sapori