In memoria “do zziu” Vincenzo Augello

Oggi vogliamo parlarvi del signor Vincenzo Augello figura prevalente di tutte le feste religiose degli ultimi 60 anni a Cattolica Eraclea. ‘U zziu Vicenzu” lo trovavi per la festività di San Giuseppe dietro al “tavolinetto”delle Offerte, che, da grande Uomo di Fede e innamorato del patrono del nostro paese, si prestava ad onorarlo rendendosi partecipe di tutti i festeggiamenti in suo onore.

‘U zziu Vicenzu” è  la storia della Settimana Santa, lo vedevi ogni anno, fino alla sua scomparsa avvenuta nel 2007, con la sua kappa azzurra e il medaglione che lo indicavano come rettore della Confraternita della Matrice.

Con questo piccolo contributo abbiamo voluto onorare la memoria di un uomo che ha dato tanto al proprio paese. Un uomo di fede d’altri tempi, umile e con sani principi.

Lo vogliamo ricordare con il post pubblicato su Facebook dalla nipote Francesca in occasione della festa di San Giuseppe di quest’anno:

“Sembra solo ieri quando il mio risveglio sapeva solo di quell’odore inebriante, talmente inebriante che profumava tutto il quartiere, di “carni ‘mpanata” che mia nonna Ciccina si prodigava a preparare per i “Santuzzi” di San Giuseppe, e piangeva tutto il giorno, dal primo rullo di tamburi della banda musicale all’ultimo fuoco d’artificio della sera…
Sembra solo ieri quando in chiesa, dietro al “tavolinetto”delle Offerte, trovavo mio Nonno Vincenzo che, da grande Uomo di Fede e innamorato di San Giuseppe, si prestava ad onorarlo rendendosi partecipe di tutti i festeggiamenti in suo onore…
Sembra solo ieri quando, arrivando in chiesa, seduto tra i primi banchi, incrociavo sempre quella testolina con pochi capelli di mio Nonno Gaspare che, con i suoi fedelissimi amici, seguiva tutte le Messe della giornata ( picchì San Giseppi è San Giseppi!)…
Sembra solo ieri quando i miei nonni erano quì con me, a darmi tutto l’amore del mondo, quell’amore innato che solo i nonni sanno donare!
..ed io oggi, che non riesco ancora a scrollarmi di dosso il loro odore, il loro amarmi incondizionatamente, faccio gli auguri a loro, a loro che senza i loro frutti d’amore non sarei manco quì!
Questa giornata la dedico a loro che mi hanno sempre trasmesso solo sani valori!
Questa giornata la dedico a loro perché è grazie a loro se anche per me
San Giseppi è sempre e solo San Giseppi!!
Evviva u Patriarca San Giseppi!

  • i sapori
  • gambino ass