Il Teatro Greco di Eraclea Minoa

 

dal sito: comhera.org

Il teatro – del quale non fa menzione alcuna delle fonti letterarie relative alla città – è stato costruito nell’insenatura di una collinetta, aperta verso il mare, che limita sul lato nord-occidentale il pianoro della città. L’edificio, interamente realizzato con l’impiego della pietra gessosa locale, è oggi protetto da una copertura, sotto la quale è visibile il pessimo stato di conservazione dei resti.seccion423_1_c

La collinetta su cui si addossa il teatro si trova a 75 metri sul livello del mare. Il koilon o cavea è aperto verso sud, contrariamente alla prescrizione di Vitruvio (De Architectura, V, 32 ) ma analogamente a quanto si riscontra nel teatro di Dioniso ad Atene e in quello di Siracusa; tale posizione è certamente dovuta alla conformazione del terreno e offre agli spettatori sullo sfondo la splendida vista del mare. Le gradinate sono costruite con conci squadrati e conservate al massimo in numero di dieci; esse sono suddivise in nove settori (kerkides) da otto scalette (klimakes). La praecinctio, ovvero il limite superiore della cavea, è ricavata nella roccia ed è alta m 8,90 sopra il livello dell’orchestra e tra essa e il decimo gradino in pietra vi era forse una sistemazione di strutture precarie, essendo del tutto assente traccia di blocchi. Al momento della scoperta erano discretamente conservati i gradini inferiori e in essi era ben distinguibile una parte incavata per l’appoggio dei piedi dello spettatore retrostante e una parte rialzata per la seduta vera e propria.

Un ambulacro di servizio, largo m 0,70, divide la gradinata dalla proedria (prima fila di sedili destinata alle autorità) formata da un ordine di blocchi con schienale e braccioli ai limiti delle scalette.

722_5206fedc9e1025424d30201304261324575010b7ac2aa1e3e902462bf1

 

Com.Hera è un progetto promosso dalla Provincia Regionale di Agrigento, che ha assegnato l’ideazione e la progettazione alla Graham e Associati di Palermo, ed è orientato alla creazione di unostrumento multimediale interattivo per Personal Computer su DVDROM dedicato alla valorizzazione del patrimonio storico archeologico della Provincia di Agrigento, in particolare dei centri antichi di Agrigento (Akragas) ed Eraclea Minoa.
La progettazione e realizzazione multimediale è stata affidata alla Altair4 Multimedia di Roma.

 

  • i sapori
  • gambino ass