Il Meetup CattolicaEraclea5Stelle chiede al sindaco Termine un’ordinanza per il divieto di distacco dei contatori idrici

riceviamo e pubblichiamo

“Il Meetup CattolicaEraclea5Stelle chiede al Sindaco di Cattolica Eraclea, Dott. Nicola Termine, al pari di quanto hanno fatto i sindaci di altri paesi come Sarno, Fisciano, Nocera Inferiore (Sa) e Casteltermini (Ag) di emettere un’ordinanza per impedire alla Girgenti Acque di eseguire i distacchi totali agli utenti morosi e la concomitante sospensione della erogazione dell’acqua.
Questa disposizione è urgente e improcrastinabile, perché l’acqua è un bene comune, necessario alla vita e non è possibile farne a meno, va salvaguardato come anche la salute dei cittadini.
Garantire la fornitura minima e impedire i distacchi indiscriminati sono elementi alla base di una città civile. L’ordinanza è una misura di civiltà e anche di sanità pubblica e trova le sue basi nei seguenti punti:
1. L’Organizzazione mondiale della sanità stabilisce che il fabbisogno minimo giornaliero per persona di acqua è di cinquanta litri al giorno pro-capite;
2. L’art. 2 della Costituzione assicura ai cittadini i diritti inviolabili;
3. L’art. 50 del TUEL, d.lgs. 267 del 18-08-2000, secondo il quale il Sindaco, in ambito locale, può adottare ordinanze per salvaguardare l’igiene pubblica.
Si riscontra con soddisfazione e piacere, che alcuni Sindaci hanno adottato una ordinanza per impedire i distacchi totali agli utenti morosi e la concomitante sospensione della erogazione dell’acqua; pertanto il Meetup CattolicaEraclea5Stelle ribadisce che è indispensabile ma soprattutto urgente, procedere in tal senso ed emettere una opportuna ordinanza che vada nella stessa direzione percorsa da altri suoi colleghi che hanno a cuore il bene comune.”

  • i sapori
  • gambino ass