Gioventù Pagliarara e dintorni – Poesia di Angelo Guaragna

I miei vent’anni

Erano proprio tanti in quel Dicembre
quando te li volevo regalare,
hai scelto di rimanere in alto mare
e i sogni, scordarteli per sempre.

I tuoi, ancora meno e già sbocciati
come dei fiori mentre ti osservavo,
ne sentivo il profumo e li cercavo;
ma da quel giorno non li ho più trovati.

Solo intravisti, pallidi e afflosciati,
senza più fragranza nè colore,
maceri, appassiti dal grigiore,
frastornati dal vento, abbandonati !

A.Guaragna- Maggio 1971

  • i sapori
  • gambino ass