Giallo sulla morte di un anziano di Cattolica Eraclea deceduto all’ospedale di Sciacca

Il Procuratore della Repubblica di Sciacca conferma la presenza di una serie di accertamenti per scoprire le cause della morte di un ottantenne di Cattolica Eraclea all’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca.

L’uomo lo scorso 8 luglio è arrivato al pronto soccorso del nosocomio saccense in condizioni fisiche precarie ed i medici nulla hanno potuto fare per strapparlo alla morte. Sul corpo dell’uomo ci sarebbero state delle sospette contusioni. L’episodio è stato segnalato alle forze dell’ordine ed è cominciata un’attività d’indagine.

Si deve fare chiarezza sulle cause del decesso dell’anziano, non è escluso che la vicenda assuma risvolti drammatici se si dovesse accertare che questa è avvenuta per cause non naturali.

Al momento non ci sono elementi concreti a disposizione degli investigatori ed è per questo che è stata disposta l’autopsia, effettuata ieri. Il procuratore in persona ha riferito che l’esame è stato necessario perchè le risultanze diagnostiche non hanno permesso di chiarire le cause del decesso. Le ferite sul corpo dell’anziano ci sono, ma potrebbero essere compatibili anche con una caduta. L’uomo, infatti, sarebbe stato anche in uno stato di salute cagionevole. Al momento, non si esclude nessuna ipotesi. Non ci sono elementi per archiviare il caso come morte naturale e nemmeno dettagli che inducono ad aprire una cartella con su scritto “omicidio”. La sensazione è che al momento gli investigatori non intendono sbilanciarsi ma che indagano a 360 gradi, senza escludere nulla.  (teleradiosciacca.it)

  • i sapori
  • gambino ass