Elezioni2012 – Quel che vorreste chiedere ai candidati a sindaco e al consiglio comunale

Il conto alla rovescia è già cominciato. Domenica 6 e lunedì 7 maggio gli elettori cattolicesi saranno chiamati alle urne per scegliere il nuovo sindaco ed eleggere i consiglieri comunali.  La campagna elettorale è già entrata nel vivo. Stasera, sabato 14 aprile, al centro sociale alle ore 20,00 verrà presentata ufficilamente la lista con a capo il candidato sindaco Giovanni Gentile ” Cattolica Eraclea Libera”, domenica 15 aprile, alle ore 17.30, nel centro sociale di via Collegio, il candidato sindaco Nicolò Termine presenterà il programma della lista “Ricostruiamo il paese”. Tra sabato 21 e domenica 22 aprile, invece, ci sarà la presentazione ufficiale del gruppo “Lista Primavera” capeggiata dal candidato sindaco Giuseppe Di Benedetto.

I tre aspiranti alla carica di capo della giunta dovranno convincere gli elettori sulla base dei loro programmi, niente demagogia (ce n’è fin troppa)spiegando la loro proposta politica e indicarla come possibile alternativa a quella degli avversari. “

Proprio per venire incontro alle esigenze dei cittadini-elettori che potranno porre democraticamente le proprie domande, cattolicaeracleaonline.it intende offrire un’opportunità in più. Da oggi il nostro sito si propone infatti di ascoltare proprio la voce degli elettori, raccogliendo le domande, le segnalazioni e anche gli stimoli che la gente vorrà rivolgere ai candidati sindaco e al consiglio comunale. L’obiettivo, insomma, è quello di mettere in condizione i vari elettori di farsi un’idea su quali contenuti il folto drappello dei candidati che ha deciso di scendere in campo, intende sviluppare il proprio impegno. Per questo i lettori potranno porre domande ai tre pretendenti alla poltrona di sindaco e ai 37 candidati al consiglio comunale. Il meccanismo è semplice.

Le domande, firmate con nome e cognome, e molto sintetiche, potranno essere inviate scrivendo nello spazio “commento” sulla pagina di questo post. Liberamente, i candidati, potranno rispondere sempre nello stesso spazio.

 

Pubblichiamo alcuni quesiti posti dall’utente Alberto Caggegi su un articolo precedente

“…Per concludere,vorrei porgere alcune domande a tutti coloro che seguono questa discussione su Cattolicaeracleaonline ed hanno avuto già in passato l’onere e l’onore di far parte di una classe dirigente: come mai tutti questi buoni propositi di cambiamento non li avete messi in atto quando eravate “amministratori”? Come mai si è pensato sempre ad “annegare” il comune in consulenze, il più delle volte costosissime? Come mai si stà creando un piano regolatore che invece di rispettare i canoni dello sviluppo, rispetta quelli delle amicizie? Come mai un paese con così pochi abitanti ha bisogno di costi di gestione abissali che portano il bilancio del comune sempre in rosso?
Sarebbero pochi i passi che ci dividono dal cambiamento ma la realtà è che Cattolica la si vuole così com’è: utile a far i comodi di pochi e la sudditanza di molti.
Nonostante il mio eccessivo scetticismo verso un vero e radicale cambiamento, auguro a chi avrà la fortuna di vincere queste elezioni, una memoria più ferrea che permetta di mettere in atto almeno la metà di tutti i buoni propositi sbandierati.

commento di Alberto Caggegi

  • i sapori
  • gambino ass