E se Cattolica diventasse meta di produzioni cinematografiche?

E se Cattolica diventasse meta di produzioni cinematografiche?

La Sicilia è stata da sempre meta di produzioni cinematografiche che hanno deciso di ambientare i propri lavori nel nostro paese facendo conoscere la Sicilia nel mondo. Tanti registi hanno ambientato i loro film in piccoli paesini sconosciuti ai più, e tra questi annoveriamo anche Cattolica Eraclea.

Nel 2005 il regista Manuel Giliberti girò alcune scene del suo film “Lettere dalla Sicilia” proprio nel nostro paese, tra la-locandina-di-lettere-dalla-sicilia-114710piazza Umberto, ex Pistacchieto Monte Sara ed Eraclea Minoa. Nel film hanno fatto parte tante comparse cattolicesi e parlava di un gruppo di viaggiatori inglesi sbarcato sull’isola e diretto a Segesta (l’antica Egesta) si accinge a vivere un’esperienza che il Grand Tour in Italia ha reso familiare agli intellettuali di quell’epoca. In realtà si troveranno costretti a confrontarsi con qualcosa di inaspettato e che trasformerà il viaggio in una esperienza interiore. Andrea Giordana e Piera degli Esposti gli attori principali.

 

Nel 2009 la casa di produzione CineSicilia, la stessa del film Baarìa di Giuseppe Tornatore, decise, insieme al regista Adriano Giannini (figlio dell’attore adriano-giannini-con-i-bambini-2Giancarlo) di girare il cortometraggio “Il Gioco”, tra Eraclea Minoa e Torre Salsa. Tratto da Il gioco della mosca, novella di Andrea Camilleri, il corto vede come protagonisti tre giovani cattolicesi: Emanuele Viktorio Vaccaro, Gianluca Taibi e Giuseppe Emanuele. Il film racconta di alcuni ragazzini impegnati come ogni estate in un gioco da loro ideato. È una scommessa, si puntano soldi, chi vince prende tutto. Un’ avventura che rapisce per intere giornate i bambini nella magia di una misteriosa attesa. Cosa aspettano? Cosa cercano? Perché quell’ inusuale rito preparatorio? I giorni si susseguono ma nulla accade…Escluso dal gioco, Gennarino, il più piccolo del gruppo, osserva in disparte. È proprio lui però che sembra custodire la soluzione. Tra lo stupore e la rabbia dei giocatori sembra chiarirsi il mistero dell’attesa…

(2015) In questi giorni abbiamo avuto notizia che Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, regista del film “La mafia

Riprese anche a Cattolica Eraclea per il nuovo film di Pif

uccide solo d’estate”, ha scelto alcune location della nostra cittadina per girare delle scene del suo prossimo film che s’intitolerà “In guerra per amore”. Ancora la Sicilia, ancora la mafia, ancora una travagliata storia d’amore ma in una diversa ambientazione storica: se lì c’erano le mani della mafia sul territorio, 20 anni di Cosa Nostra, qui c’è lo sbarco degli alleati del luglio ’43 e il loro impatto con l’isola.

 

Chissà che il nostro paese non diventi un giorno, come ha dichiarato Giacomo Spoto, presidente della Pro Loco, come Modica, Scicli, Ispica e Ragusa Ibla, rese note dal commissario Montalbano di Andrea Camilleri.

  • i sapori
  • gambino ass