Don Nazzareno lascia Cattolica dopo 14 anni di servizio pastorale. Arriva Don Nino Giarraputo

Nella foto Don Nazzareno (al centro) il sindaco Cosimo Piro e Don Miliziano
Nella foto Don Nazzareno (al centro) il sindaco Cosimo Piro e Don Miliziano
Era il primo novembre 1995 quando fece il suo ingresso, come arciprete di Cattolica, don Nazzareno Ciotta, ravanusano ordinato sacerdote nel 1990 dall’ex arcivescovo di Agrigento Mons. Carmelo Ferraro. A distanza di 14 anni interrompe la sua attività pastorale a Cattolica Eraclea per essere trasferito nella parrocchia San Michele (conosciuta come Batiola) di Agrigento.

La comunità parrocchiale cattolicese saluterà don Nazzareno con una messa solenne domenica 20 settembre nella chiesa del Rosario.

Nella stessa chiesa, domenica 27 settembre, la comunità accoglierà il nuovo arciprete, don Nino Giarraputo, 44 anni, nativo di Menfi, da 16 anni a Favara dove esercita il suo apostolato nella chiesa Ss. Pietro e Paolo.

La prima domenica di ottobre (giorno 4 festa di San Francesco d’Assisi) alla presenza dell’arcivescovo di Agrigento Mons. Francesco Montenegro, verrà celebrata una Santa Messa, sempre nella chiesa del Rosario, durante la quale verrà ufficializzato il mandato a Don Giarraputo, ventitreesimo arciprete di Cattolica Eraclea.

I fedeli agrigentini accoglieranno invece Don Nazzareno Ciotta sabato 26 settembre.

  • i sapori
  • gambino ass