DITE LA VOSTRA/ “Sanità siciliana non proprio a servizio dei cittadini”

Riceviamo e pubblichiamo

“E’ dir poco vergognoso definire la nostra sanità siciliana ” A SERVIZIO DEI CITTADINI” ……..
è dir poco scandaloso definire la nostra Sicilia ” REGIONE VOCATA AL TURISMO”…..
è dir poco eccellellente l’assistenza degli ” OPERATORI DEL 118 “…..A CUI DICO GRAZIE

Da dove scaturiscono queste tre righe …..da ciò che ho assistito personalmente, frutto dell’inverosimile.

Un Bambino di 8 ( otto ) anni si sente male( punto forse da qualcosa in quanto riporta un piccolo taglio al piede ) fino al punto di perdere coscienza , si trovava a Capo Bianco , il padre ed alcuni parenti si mettono ad urlare e velocemente si recano al pronto soccorso più vicino( Camping di Eraclea Minoa ) , alcuni Turisti presenti avendo visto l’accaduto e sentendo le grida chiamano il 118 , mentre velocemente si ci appresta a portare il primo intervento al Bimbo……..per non dilungarmi molto …..
a) il bimbo , si riprende , si cura la ferita e celermente il Dott. presente prescrivere la diagnosi.
b) gli operatori del 118 arrivano( senza perder tempo) in quei minuti che era possibile arrivare….” Ringrazio personalmente ”
c) ma la cosa che mi è sembrata strana …..la fattura del pronto soccorso di euro 17 circa……”INVEROSIMILE” fatta a nome del bambino …………………
se questo è un ” PAESE VOCATO AL SERVIZIO DEI CITTADINI ” LASCIO COMMENTARE A VOI”

Salvatore Lauricella

  • i sapori
  • gambino ass