DEMOCRISTIANI DI RITORNO

Le pontificazioni mattutine di Vittorio.Zucconi su Radio Capital più che quelle di un Papa nuovo qual’è Francesco sembrano quelle di qualche vecchio cardinale di Curia che non vuole darsi per vinto, e che vuole rimanere attaccato ai suoi tanti privilegi e ai suoi attici dorati, Predica sempre agli altri che cambiare idea spesso, significa andare di pari passo con i tempi, ma lui da quand’è che è diventato accanito tifoso renziano sembra un disco rotto, non cambia più quella sua  e non è mai preciso su quello che dice.

Infatti l’altra mattina ha sostenuto che la sinistra del PD, contestando  Renzi, dimostra di non avere cultura di governo, Poco mancava che la invitasse ad andare a lezione di scienze politiche dagli illustrissimi e celeberrimi proff. Razzi e Rondolino. Caro Zucconi, e il 60% di Regioni di Province ( quando ancora esistevano) e di Comuni Italiani chi li ha amministrati, e quasi sempre bene, dal 1948 sino ai nostri giorni?  E tutte le grandi  conquiste dei lavoratori italiani ottenute dalla  capacità e dalle lotte di quel grande Partito che è stato il PCI dove le metti? E questo  nonostante i tuoi cari amici americani non facessero mai mancare il loro bastone tra le ruote della politica della Sinistra.

Tu dici di non appartenere a nessuna parrocchia politica , ma quando  parli del renzismo imperante sprizzi gioia da tutti i tuoi pori giornalistici, perchè avrai capito che,  fra cent’anni, se dura questo tempaccio cattivo, potrai morire democristiano. Forse è quello che avrai sempre sognato. Quelli della sinistra del PD invece no: E nemmeno noi  !!!

  • i sapori
  • gambino ass