“Cetto la Qualunque” spopola sul web

Se cercate l’uomo politico che può davvero cambiare il volto del Paese, il sito da tenere d’occhio è quello del PdP. Ovvero il Partito du Pilu, la nuova formazione politica di Cetto La Qualunque, il personaggio di Antonio Albanese, costruttore e politico corrotto calabrese, protagonista del film Qualunquemente, prodotto da Fandango in collaborazione con Rai Cinema e distribuito dal 21 gennaio da 01 Distribution.Gli slogan del travolgente personaggio, inventato da Antonio Albanese, sono di una chiarezza lampante: ”Prima voti, e poi rifletti”, e ”Più pilu per tutti”. In circa 7 ore il sito (www.partitodupilu.it) ha registrato oltre 30 mila contatti.
Il sito, creato esattamente come quello di un vero politico candidato, si trova di tutto: dal trailer del film al programma di Cetto. “Cari amici elettori e pagabilmente amiche elettirci”, scrive il candidato, “tra le mille domande superflue che oggigiorno si fanno ad un candidato, mi è stato chiesto se vengo eletto cosa intendo fare per risolvere i problemi della giustizia? A me lo chiedete? Io sono un politico, cosa c’entro io. Io ho sempre odiato le mode, ora c’è questa moda della giustizia, dei processi… Bisogna smetterla!”. “Già la parola giustizia già mi mette di malumore, mi irrita”, continua. “I giudici non li ho mai sopportati; hanno questa mania di andare a fondo… andare a fondo… andate a fondo! affucàtivi! Basta con la lotta alla criminalità”.

Molte anche le promesse: auto blu per tutti; meno regole e più eccezioni. Ciò che fa davvero pensare è che Albanese, per creare questo personaggio, non abbia dovuto inventare nulla, ma semplicemente girare per il Paese e ascoltare i comizi di politici locali. Che il PdP sia davvero pronto a decollare?

ECCO IL TRAILER DEL FILM