Cattolica – Siculiana, un’occasione mancata per fare punti

Nella calza del Siculiana la Befana ha portato un punto inaspettato. Inaspettato, ma voluto dall’undici siculianese che si è schierato abbottonatissimo in campo alla caccia dello 0-0. Nel Cattolica con Trinci assente e con molti influenzati ed acciaccati in campo, Tutino schiera un centrocampo con un elevatissimo tasso tecnico e che vede accanto a Fofò Gurreri e Antonio Catania il debutto di Caruana. Il Cattolica domina il gioco per tutto il primo tempo, ma riesce ad essere realmente pericoloso in due sole occasioni tutt’e due partite dai piedi del “neo-acquisto” amaranto, autore di un primo tempo ispiratissimo. Nella prima, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Gabriele Catania manca di nulla il tap-in vincente a porta vuota, nella seconda Gianluca Broccia solo davanti al portiere tenta un controllo al volo che favorisce il ritorno del difensore ospite. Nel secondo tempo entra Miceli per G. Termine, e il copione non cambia col Siculiana chiuso in un atteggiamento fin troppo rinunciatario e a tentare ripartenze che Stagno mortifica puntualmente sul nascere e Termine copre facilmente con la sua velocità. Questo atteggiamento favorisce il possesso palla del Cattolica che però sembra privo di cattiveria sotto porta, a dimostrazione di ciò a termine di una bella azione di Rosario Miceli sulla sinistra nessuno degli avanti amaranto si fa trovare pronto ad appoggiare la palla nella porta vuota, dopo che la stessa ha attraversato tutto lo specchio. E’ giornata no anche per le punizioni, ne capitano ai locali ben quattro da posizione favorevolissima ma le conclusioni sono tutte deboli o fuori dai pali siculianesi. L’ultimo assalto alla porta del Siculiana lo porta Peppe Stagno dopo un coast to coast in cui semina con tecnica e potenza 6 avversari prima di calciare un bolide che sfiora la traversa, standing ovation meritatissima del pubblico locale e ospite per questa azione del numero 5 amaranto. Finisce così una partita che visti gli altri risultati del girone B fa pensare ad un’occasione persa dagli uomini di Tutino per trasferirsi definitivamente nei piani altissimi della classifica. Ma per fare questo salto il tempo, le occasioni, e i mezzi alla squadra cattolicese non mancano.

I complimenti finali vanno alla bellissima cornice di pubblico, in cui le due tifoserie hanno condiviso amichevolmente un bel pomeriggio di sport.

FORMAZIONE ASD CATTOLICA ERACLEA: Russo, A. Termine, Tutino, Bongiorno, Stagno, Gurreri (60′ Catanese), G. Termine(46′ R. Miceli), Caruana, Veneziano Broccia (68′ L. Miceli), A. Catania, G. Catania.

  • i sapori
  • gambino ass