CATTOLICA – Processo piscina, assolto per prescrizione l’ex sindaco Aquilino

E’ stato assolto per intervenuta prescrizione l’ex sindaco di Cattolica Eraclea Nino Aquilino, imputato di abuso d’ufficio, falso ideologico e turbata libertà degli incanti al processo scaturito dall’inchiesta delle fiamme gialle e del pm Manuela Persico sulle presunte irregolarità nell’affidamento della gestione e dei lavori di manutenzione della piscina e del palasport del paese.

Il Tribunale di Agrigento ha dichiarato il non doversi procedere nei confronti dell’ingegnere Francesco Vita, poiché i presunti reati commessi sono già estinti per prescrizione. Sia Aquilino che Vita sono difesi dagli avvocati Fabio ed Enrico Quattrocchi. Intanto, ha rinunciato al beneficio della prescrizione l’ingegnere Giorgio Bongiorno. Anche l’ex consigliere comunale e attuale segretario cittadino del Pd di Cattolica Eraclea, Giuseppe Giuffrida, aveva già dichiarato, in un comunicato, di volere rinunciare alla prescrizione e di essere giudicato nel merito. Il Tribunale di Agrigento aveva già assolto con formula piena dall’accusa di falso in atto pubblico perché il fatto non sussiste Maddalena Spoto, una degli imputati che aveva chiesto e ottenuto lo stralcio del procedimento con il patrocinio dall’avvocato Michele Calantropo

  • i sapori
  • gambino ass