Cattolica, in arrivo il Piano regolatore generale

C’è attesa in paese per il prossimo arrivo in Consiglio comunale del piano regolatore generale che sarà esitato a giorni dal Genio Civile per l’ultima autorizzazione e che arriverà sui tavoli del civico consesso per l’adozione definitiva e per trasmissione all’assessorato regionale al Territorio e Ambiente.

Intanto, scatteranno subito le norme di salvaguardia del Prg, in attesa del ritorno del carteggio da Palermo con il decreto attuativo. Lo ha reso noto il sindaco Cosimo Piro che nei giorni scorsi ha sollecitato gli uffici preposti per accelerare i tempi burocratici della pratica il cui progetto per la verità era stato già in consiglio comunale, durante la passata legislatura diretta da Nino Aquilino, quando era stato approvato nelle linee di massima e ritrasmesso nuovamente ai tecnici, redattori dello strumento urbanistico, per gli aggiornamenti venuti dai consiglieri comunali e da quanti hanno presentato le osservazioni tecniche. L’incarico del progetto era stato dato all’ing. Rizzo di Agrigento dal sindaco Nino Cammalleri negli anni della sua legislatura (1997-2002).

«Entro la prossima estate se tutto va bene – ci dice il sindaco Piro – potremmo avere il Prg operativo, anche perché ci è stato assicurato che i tempi all’assessorato non saranno molto lunghi. L’ultimo piano urbanistico comprensoriale n.6 risale al 1973. Oggi possiamo dire che è stato programmato lo sviluppo di città e territorio per i prossimi decenni sia dal punto di vista economico che turistico».

FONTE:La Sicilia