Rimonta a tutta grinta del Cattolica contro il Campofiorito

Ancora una volta a Cattolica non passa lo straniero, ma per l’ASD Cattolica Eraclea non è stato facile salvare la statistica che la vede mai sconfitta tra le mura amiche da quando calca i campi di calcio della Sicilia. Non è stato facile perchè dopo soli 10 minuti al primo attacco i nostri avversari vanno in vantaggio e perchè solo 5 minuti più tardi Gery Tutino in un eccesso di agonismo si faceva espellere dal fiscale signor Zambuto da Agrigento. Mister Tutino corre ai ripari portando sulla linea mediana la qualità di Giuseppe Stagno, il Cattolica riprende in mano il match anche se sui ribaltamenti di fronte, rischiamo tantissimo e il palo ci salva per due volte, ma nel finale di tempo raggiungiamo quasi il pari con una deviazione al volo di Giuseppe Stagno fuori di poco. Nel secondo tempo riusciamo nonstante l’inferiorità numerica a tenere sempre il pallino del gioco, grazie anche al grandissimo lavoro di Gabriele Catania che solo contro i quattro difensori del Life riesce a tenere in apprensione il reparto difensivo avversario. Il Cattolica riesce a rendersi pericoloso soprattutto grazie alla partita di gran cuore di Giuseppe Stagno, che nonostante vari acciacchi stringe i denti e al 75′ dopo un controllo al volo da fenomeno che lo mette a tu per tu con l’estremo difensore avversario, regala il pareggio agli amaranto. Il Cattolica è stanco vorrebbe regalare la vittoria al suo pubblico, ma gli 80′ in dieci contro undici cominciano a pesare sulle gambe di tutti. La partita sembra avviarsi stancamente all’1a1 finale. Ma nel recupero succede di tutto: al 91′ il Cattolica prende ancora una volta un goal su mischia da calcio d’angolo, ma dopo una partita che avrebbe abbattuto chiunque per gli episodi fin qui raccontati, i nostri ritrovano la forza per portare l’ultimo attacco alla porta avversaria. L’eroico Stagno si procura una punizione sul lato corto destro dell’area di rigore, lo spiovente in area sta per insaccarsi ma un difensore del Life si immola e para a due mani sulla linea: rigore ed espulsione al minuto 94. Capitan Catania mette sul dischetto un pallone pesantissimo e con freddezza spiazza il portiere avversario. Domenica prossima trasferta a Lercara contro l’Albatros già eliminato dagli amaranto nel primo turno di Coppa Trinacria.