Calcio Eccellenza A: Ribera – Castellammare 3-0

di Enzo Minio

RIBERA. Il Ribera, con una tripletta del suo goleador Galluzzo, stende il Castellammare e occupa per la prima volta nella sua storia calcistica la vetta della classifica del campionato d’Eccellenza, in solitaria fuga. E’la vittoria di tutta la squadra del trainer Totò Brucculeri la quale si trova ormai al suo ottavo risultato utile consecutivo, con la migliore difesa del torneo (in solo goal al passivo) e con il portiere Talluto con i suoi 732 minuti di imbattibilità.
Anche contro il Castellammare, come contro Folgore di Castelvetrano e San Giovanni Gemini, il Ribera si presenta come un carro armato. Va in goal quasi subito e nella ripresa, nei primi 15’, legittima risultato e classifica con vetta solitaria. Al Ribera manca Calvaruso e al Castellammare Di Bartolo, ambedue squalificati. Il mattatore della giornata è l’attaccante Pasquale Galluzzo che ha raggiunto una intesa perfetta con Erbini e Martorana, come da indicazioni d Brucculeri.
Inizio di gara, con un’occasione ciascuna. La prima per il Ribera con Ciancimino di testa fermato da Fundarò. La seconda per gli ospiti trapanesi con Bruscia che, a tu per tu, con Talluto si fa ipnotizzare dal portiere riberese che salva con i piedi. Il goal al 16’, su assist di Erbini, uno-due e Galluzzo dalla zona del dischetto del penalty fulmina Fundarò con toro a mezz’altezza. Ancora un’occasionissima per Bruscia che al 17’ da due metri dalla porta spara a rete, grida al goal, ma sulla sfera arriva Talluto che salva la sua porta.
Sul finire del tempo ancora protagonista la squadra di Ezio Ruvolo che sfiora il raddoppio con un velocissimo e guizzante Martorana. Al 38’ e al 45’, l’attaccante prima è fermato da Fundarò di piede e poi sfiora con il pallone il palo. Nella ripresa ancora il Ribera in attacco. Al 50’ su punizione di Martorana, Ciancimino calcia a rete e il difensore Paglino ferma la palla sulla linea.
Poi, arrivano i due goal della tranquillità. Tutti e due in due minuti. Al 60’, assist di Martorana, dopo un angolo, e Galluzzo va a nozze, con una botta di piede a mezz’altezza con la sfera che gonfia la rete. Esplode la gioia dei tifosi al “Nino Novara”, per il secondo goal e per il raddoppio del Kamarat (via radio) che sconfigge l’Akragas. Due minuti dopo, Ciancimino lancia in contropiede Galluzzo che, sul filo del fuorigioco, fa secco Fundarò e realizza la prima tripletta in questo campionato.
Un tiro di Geraldi, su assist di Marra, al 76’ sfiora il palo. Al Castellammare viene annullato un goal, tre minuti dopo, per il fuorigioco di Di Donato. Un sospiro di sollievo per capitan Talluto che mantiene l’imbattibilità della sua rete a 732 minuti. Settimana di fuoco per il Ribera. Mercoledì in casa con il San Giovanni Gemini per la Coppa Italia e domenica in trasferta a Campofranco.

RIBERA: Talluto, Campanella, Li Greci, Fallea, Geraldi, Ciancimino, Martorana, Palazzo, Erbini, Galluzzo (71’ Vella), Geraci (63’ Maira). All. Salvatore Brucculeri.

CASTELLAMMARE: Fundarò, Romano (70’ Rimi), D’Angelo, Gruppuso, Paglino, Turano (37’ D’Anna), Mione F., Fratello (58’ Mione G.), Bruscia, Di Donato, Agueci. All. Vito Navarra.

Arbitro: Vaccaro di Palermo, ass. Di Stefano e Bellini.

Reti: 16’, 60’, 62’ Galluzzo.

Note: Ammoniti: Fratello e Giuseppe Mione del Castellammare e Martorana del Ribera. Angoli 5-2 per il Ribera. Recupero: 1’ pt, 3’ st.

ENZO MINIO

  • i sapori
  • gambino ass