Asd Cattolica, prova di forza, Stagno e Caruana affondano il Raffadali

Ancora una volta la legge del comunale Emanuele Schembre è confermata: a Cattolica non si passa!!! Succede così che anche un’ottima squadra, sia dal punto di vista tecnico che atletico, come il Raffadali paghi dazio ed esca dal campo con zero punti. Tutino conferma il Capitano Antonio Catania nella veste di centrale difensivo, a completare la difesa ci sono Antonino Termine, Gero Termine e Catanese. Tutino e Bongiorno sono la coppia di mediani ideale a fronteggiare l’abile centrocampo raffadalese, Caruana e Broccia coi loro dribbling creano sempre la superiorità numerica, in attacco tecnica, potenza e velocità nella coppia Stagno- L. Miceli. Partenza impressionante del Cattolica che costringe il Raffadali nella propria trequarti, sembra mancare solo il guizzo finale per andare in vantaggio. E questo guizzo arriva al minuto 20′ quando il convalescente ed eroico Stagno risolve una mischia su calcio d’angolo con un destro precisissimo. Cinque minuti più tardi arriverebbe anche il secondo goal con l’imprendibile Liborio Miceli che approfitta, concludendo in rete, di un contrasto di Stagno al limite dell’area che termina con un assist involontario del difensore ospite, ma l’arbitro non se ne accorge e non convalida per fuorigioco. Miceli continuerà ad essere una spina nel fianco per un Atletico Raffadali che, complice la grande intensità data al match dal nostro centrocampo, non riesce più a riorganizzare le idee. Nel secondo tempo comincia il Caruana show. Il fantasista di mister Tutino è letteralmente immarcabile, salta tutti gli avversari che gli capitano a tiro e al 60′ arriva il meritatissimo primo goal in maglia amaranto: azione veloce da fallo laterale che coglie impreparata la difesa ospite, Caruana entra nell’aria di rigore dal lato corto e quando tutti si aspettano un cross basso, si accorge di uno spiraglio tra primo palo e portiere e realizza il raddoppio. A questo punto la difesa guidata dal duo Catania – Termine si piazza alta e non concede più nulla regalando un turno di vacanza a Russo, il centrocampo dei gladiatori Bongiorno- Tutino blocca sul nascere ogni idea dei raffadalesi , abbassa il ritmo e non manca di premiare le sovrapposizioni degli inesauribili Gero Termine e Giacomo Catanese. Le occasionissime per il 3-0 capitano al generosissimo Gianluca Broccia, ma nella prima occasione vede la palla sorvolare di poco la traversa dopo uno stacco sontuoso, nella seconda il portiere raffadalese compie un vero miracolo su una conclusione ravvicinata destinata all’incrocio dei pali. Entra al 75′ Fofò Gurreri che raccoglie dal pubblico amaranto gli auguri per il suo 41° compleanno e offre la solita prestazione di altissima qualità.

  • i sapori
  • gambino ass